autismo
4 min read

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, 1 bambino su 160 ha un Disturbo dello Spettro Autistico (DSA) . Attualmente non ci sono studi clinici per accertare che il CBD è il trattamento più adatto per il DSA . Tuttavia, vi sono una serie di prove aneddotiche che tendono ad affermare che il CBD può essere un trattamento efficace per questa condizione come ad esempio lo studio sulla rivista “Neurotherapeutics“.

Perchè molti usano il CBD per alleviare i sintomi dell’ autismo

Che cos’è l’autismo?

Il Disturbo dello Spettro Autistico (DSA) è un complesso disturbo dello sviluppo che è caratterizzato da una serie di condizioni. Questo stato di salute comporta difficoltà nell’interazione sociale e sviluppo del linguaggio, mancanza di abilità comunicative, comportamenti ripetitivi e rigidi. I sintomi tendono a variare a seconda degli individui. Ogni persona può subire un diverso DSA in quanto vi sono diversi gradi di questo disturbo.

Il DSA può essere accompagnato da una serie di sintomi che includono: ansia, disturbi del sonno, fobia e disturbo ossessivo compulsivo (DOC). Il CBD è un potente aiuto, in quanto la maggior parte di queste condizioni può essere alleviata proprio dalla cannabis medica. Inoltre, la difficoltà a comunicare può essere molto frustrante per coloro che hanno il DSA. Questo può causare alcuni comportamenti come l’autolesionismo, la rabbia, l’ansia e altri comportamenti compulsivi. Il CBD può agire come un importante rimedio per chi soffre di autismo grazie ai suoi effetti calmanti.

Perché il CBD può funzionare per il DSA?

Una delle ragioni per cui la molte persone hanno preferito il CBD ad altri farmaci per alleviare i sintomi del DSA è perché il sistema endocannabinoide è stato riconosciuto per la sua connessione con la patogenesi dell’autismo e lo sviluppo del cervello nel suo complesso. Una variazione che deriva da certe condizioni embrionali può alterare il sistema endocannabinoide (ECS). Questo può causare molti dei problemi associati all’autismo. I ricercatori non sono sicuri del processo, ma hanno capito che la mancanza di recettori ECS può portare a molte ansie che comportano il DSA. Come risultato di questi problemi, il CBD rimane un abbinamento perfetto per calmare le ansie degli individui con l’autismo.

  • Offerta di benvenuto
  • Noi di Nordic Oil vogliamo darti il benvenuto con un'offerta speciale dedicata ai nostri nuovi clienti.
  • Usa il codice "12NORDIC" per ottenere un immediato sconto del 12%.

Quali sono i benefici dell’uso del CBD per trattare il DSA?

Il CBD sembra essere molto efficace nell’affrontare i comportamenti che derivano dall’autismo. Il cannabidiolo tende a normalizzare alcuni dei comportamenti causati del DSA grazie al suo potenziale calmante. Infatti, svolge un ruolo essenziale nel migliorare la funzione cerebrale repressiva aumentando il livello dei neuroni, che bilanciano il livello di inibizione nel cervello. Quindi, il ripristino di questo tipo di equilibrio grazie al CBD tende a ridurre le crisi e a lavorare positivamente sul comportamento sociale. Questo rende il CBD una soluzione perfetta ai disturbi causati dall’autismo.

Quali sono gli effetti collaterali dell’uso del CBD per trattare l’autismo?

Mentre il CBD è generalmente considerato sicuro, alcune persone sperimenteranno alcuni effetti collaterali. Gli effetti collaterali includono nausea, diarrea, sonnolenza, cambiamento di appetito e bocca secca. I sintomi sono rari, tuttavia, e non così gravi come quelli causati dai farmaci convenzionali usati per trattare lo spettro autistico.

Il sistema endocannabinoide e l’autismo

Questo è il perno della relazione tra CBD e autismo. La maggior parte dei sintomi dell’autismo derivano dalle funzioni del sistema endocannabinoide (ECS) nel corpo. L’ECS svolge una serie di funzioni regolatorie nel corpo che includono:

  • variazioni dell’umore
  • piacere e ricompensa
  • controllo della memoria
  • sensazioni di dolore
  • controllo motorio

Infatti, il corpo ha un numero di recettori endocannabinoidi in ogni singola cellula. Il CBD ha l’effetto di calmare i comportamenti che tendono ad accompagnare l’autismo.

Dosaggio CBD per trattare l’autismo

Raccomandiamo agli utilizzatori di CBD di iniziare con un dosaggio basso e di aumentarlo gradualmente con il tempo, perché gli effetti variano da individuo a individuo. Questo è un metodo efficace per capire quale sia la quantità di CBD giusta per ogni individuo. Più si capisce il tipo di disturbo che si ha, più facile sarà conoscere il tipo di dosaggio che è meglio per voi.

Per ulteriori dettagli sul dosaggio si veda il nostro articolo sul dosaggio del CBD .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 − sette =