Come assumere CBD – guida completa
Vota questo post

Qual è in assoluto il metodo più efficace per assumere CBD? Dipende tutto dall’individuo. I nostri prodotti sono disponibili una varietà di formati che va dall’olio, alle capsule, le supposte, olii da vaporizzare e creme. Quindi: in che modo dovresti assumere il cannabidiolo? Il metodo migliore per ciascun individuo si basa sulla preferenza personale e sull’effetto desiderato. Ad esempio, una persona che soffre di artrite potrebbe preferire una crema da spalmare direttamente sulla parte dolorante. Tuttavia potrebbe benissimo assumere la sostanza in diverse modalità. In breve, la metodologia di assunzione va scelta in base al dosaggio desiderato ed al tempo di reazione ed azione necessario.

  • Offerta di benvenuto
  • Noi di Nordic Oil vogliamo darti il benvenuto con un'offerta speciale dedicata ai nostri nuovi clienti.
  • Usa il codice "12NORDIC" per ottenere un immediato sconto del 12%.

Non vi è una regola precisa sull’assunzione di CBD. L’obiettivo è quello di far entrare in circolo il cannabinoide e di giovare dei suoi effetti terapeutici. Molti consumatori preferiscono utilizzare metodi edibili come oli e tinture perché l’effetto ha una durata più ampia. L’aspirazione per inalazione provoca la reazione più immediata possibile, ma l’effetto non dura molto a lungo. È importante sottolineare che si possono anche combinare diversi tipi di assunzione e che non è necessario fermarsi su di uno soltanto. Molte persone, ad esempio, preferiscono un metodo al mattino ed un altro la sera in base alla necessità del momento.

4 modi per assumere CBD:

Per inalazione

Questo è il metodo che viene generalmente associato con il consumo di cannabis a causa degli spinelli. Tuttavia il metodo più sano di inalare il CBD è attraverso un vaporizzatore. Per fare ciò si può acquistare un olio vaporizzabile di CBD o direttamente un ceppo di cannabis ad alta concentrazione di CBD. Tuttavia quest’ultima opzione potrebbe essere soggetta a restrizioni in base al paese in cui ci trova. Si può utilizzare lo stesso metodo anche per il THC, tuttavia in Italia questa sostanza stupefacente è tuttora considerata illegale. Questo metodo offre senza dubbio la più veloce risposta da parte dell’organismo.

In quanto tempo agisce il CBD vaporizzato? / Per quanto dura l’effetto?

L’assunzione per inalazione ha un effetto quasi immediato ed è molto facile da gestire poiché basta smettere di vaporizzare una volta che l’effetto si sia innescato. L’effetto offre i sui massimi benefici a circa 30 minuti dall’assunzione e può durare da 1 a 4 ore a seconda della quantità assunta.

Tramite cibo

Il CBD edibile può essere assunto sotto forma di cibo, caramelle, cioccolatini o gomma da masticare.

In quanto tempo agisce il CBD edibile? / Per quanto dura l’effetto?

Questo metodo è quello che offre una maggiore durata dell’effetto; tuttavia ci mette di più per agire in quanto l’organismo necessita tempo per metabolizzare la sostanza. Ci possono volere dall’una alle due ore perchè abbia effetto, dopodichè avrà una durata impareggiabile.

Si consiglia di prestare attenzione a non assumere sostanze contenenti THC. Quest’ultimo quando assunto tramite cibo si converte in maniera più forte. Il CBD tuttavia non ha questa reazione. Consumare CBD edibile dona flessibilità ed il peggior effetto collaterale possibile è una sensazione di affaticamento. A differenza del THC, il cannabidiolo non causa stati d’ansia o altri effetti collaterali spiacevoli.

Via sublinguale

Questo metodo prevede il posizionamento dell’olio di CBD direttamente sotto la lingua grazie all’ausilio di un contagocce. L’olio di CBD viene estratto direttamente dalla pianta di cannabis ed ´pensato proprio per l’assunzione orale. Con il termine tintura ci si riferisce in genere ad una sostanza estratta con l’alcol; tuttavia le nostre tinture di CBD vengono estratte con il metodo della CO2. Questa metodologia di estrazione è la migliore in quanto risulta più pulita ed efficace. Nell’estrazione con alcol è molto più probabile trovare residui tossici nella sostanza finita.

Che gusto ha?

Aromatizzato o no? Si tratta di una scelta personale. L’olio di CBD puro ha un sapore molto amaro e non particolarmente piacevole. Se ti piace il sapore della cannabis, ti piacerà probabilmente anche il sapore dell’olio di CBD. Tuttavia sul mercato esistono varietà di olii aromatizzati per i palati più delicati.

In quanto tempo agisce il CBD sublinguale? / Per quanto dura l’effetto?

Il metodo di assunzione sublinguale è il secondo per rapidità dell’effetto dopo all’inalazione. Si percepisce l’effetto dopo circa 30-60 minuti dall’assunzione ed il massimo effetto si avrà intorno alle 1-2 ore. In totale dura tra 1 e 4 ore. Alcuni decidono di assumerlo 3 volte al giorno, altri ogni 4 ore.

Uso topico

Il CBD si trova in prodotti per la pelle quali balsami, oli, creme e lozioni. Questi prodotti a base di CBD non sono psicotropi e vengono in genere utilizzati per via topica per contrastare il dolore, curare infiammazioni, eczemi, eritemi, ed infezioni batteriche cutanee. I cannabinoidi hanno forti proprietà antibatteriche ed antinfiammatorie, ideali per un uso topico. Sia i recettori CB1 che i CB2 sono presenti nell’apparato epiteliale, ed il sistema endocannabinoide ha una grossissima influenza sul benessere della nostra pelle.

Per cosa possono essere usate le creme di CBD?

  • alleviare il dolore (artrite, dolore muscolare e articolare)
  • gonfiore articolare
  • infiammazioni della pelle
  • acne
  • psoriasi
  • eczema
  • eruzione cutanea
  • infezioni batteriche come la MRSA
  • tumori della pelle
  • dolore a schiena e collo
  • dolore ed infiammazioni ai nervi

Il CBD viene usato localmente per trattare le condizioni della pelle come l’acne, l’eczema e anche il dolore articolare. Il CBD è un potente agente antinfiammatorio. Quindi può avere grandi risultati nel risolvere condizioni causate da un’infiammazione come l’acne e le eruzioni cutanee. Il CBD non viene impiegato soltanto per trattare le condizioni della pelle, ma può anche essere usato localmente per alleviare il dolore. Per l’artrite, mal di schiena o dolori muscolari si raccomanda l’uso topico mirato di una crema a base di CBD. Funziona particolarmente bene su ginocchia, gomiti e mani. Gli studi hanno dimostrato che il CBD può anche essere usato per trattare melanomi o tumori della pelle. Questi studi hanno dimostrato che quando il CBD viene applicato in maniera topica, può favorire un arresto nella crescita e nella diffusione delle cellule tumorali. Inoltre, la pianta di canapa possiede proprietà anti-batteriche che hanno il potenziale per combattere la MRSA, ovvero un’infezione batterica responsabile di molti problemi a causa della sua resistenza a molti antibiotici.

Quanto CBD dovrei prendere?

Se ti stai imbarcando ora nell’utilizzo di CBD, è importante iniziare a piccole dosi e monitorare i risultati. Ogni corpo ed ogni motivazione per la quale si è spinti a ricorrere al CBD sono uniche e differenti, pertanto suggerire una posologia comune ed universale non ha molto senso. Incoraggiamo i nostri clienti a sperimentare un po’ nel dosaggio fino al raggiungimento di quello ideale per se stessi e le proprie esigenze. Ma come incominciare? Al principio consigliamo l’assunzione di 10 mg. di CBD al giorno che possono arrivare a 20 mg. Dopo la prima settimana è possibile raddoppiare il dosaggio fino ad arrivare a 40 mg. Il massimo giornaliero consigliato non dovrebbe superare i 200 mg. Con l’applicazione topica di creme il dosaggio è più flessibile in quanto è estremamente improbabile avere effetti negativi derivanti dall’applicazione di un po’ di crema in eccesso.

Verità sul CBD

Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *