7 min read
Vota questo post

La pianta di canapa

La storia della pianta di canapa risale a 10.000 anni fa. I test sul carbonio suggeriscono che la canapa è stata utilizzata fino a 8.000 a.C. La storia della Gran Bretagna indica che la coltivazione della canapa è stata praticata sin dall’800 d.C. Durante il XVI secolo Enrico VIII disse ai contadini di piantare piante di canapa in grandi quantità per offrire materiali per la flotta navale britannica. La canapa coltivata in pieno ha un’altezza di 3-4 metri e ha un tronco fibroso per sostenere il suo peso. La canapa si trova principalmente nell’emisfero settentrionale ed è una varietà di specie cannabis Sativa. La canapa è coltivata per l’uso industriale dei suoi derivati. Ha concentrazioni più basse di tetraidrocannabinolo (THC) – una sostanza che modifica il funzionamento del cervello – e livelli più alti di CBD (cannabidiolo).

  • Offerta di benvenuto
  • Noi di Nordic Oil vogliamo darti il benvenuto con un'offerta speciale dedicata ai nostri nuovi clienti.
  • Usa il codice "12NORDIC" per ottenere un immediato sconto del 12%.

Per cosa viene usata la pianta di canapa?

Come evidenziato nell’introduzione, la canapa esiste da molti anni. Gli antichi hanno trovato questa pianta utile in vari modi e ad oggi la pianta di canapa ha molteplici usi. In Gran Bretagna, la canapa è stata utilizzata nella costruzione di navi da guerra e delle loro componenti.

La canapa in oriente

In Asia, i cinesi furono i primi nella coltivazione della canapa. Hanno usato questa pianta per molti scopi, ma principalmente è stata usata per fini medici. La storia ci mostra che hanno usato le radici della pianta per curare  coaguli di sangue e infezioni. Il resto delle parti della pianta sono state usate per prevenire la perdita di capelli e dolori di stomaco. La scienza moderna ha dimostrato questi principali usi.

Ai giorni nostri, dati i numerosi benefici sulla salute degli esseri umani, la canapa è stata utilizzata anche, in numerose ricette. È infatti ricca di acidi grassi e aminoacidi che sono componenti essenziali in una dieta equilibrata. I semi di canapa possono essere consumati propro come qualsiasi altro seme utilizzato in cucina.

La canapa è stata ampiamente utilizzata anche per produrre olio da cucina, otitmo condimento per insalate, che viene utilizzato tutt’oggi in molte case. Grazie ai numerosi vantaggi dell’utilizzo di questo prodotto, molte persone preferiscono l’olio di canapa come condimento  rispetto a qualsiasi altro olio alimentare sul mercato.

La pianta di canapa ad oggi, è usata inoltre nel cibo per animali domestici. Mischiata nel cibo dei gatti, favorirà loro un pelo sano e lucente. La pianta è anche usata come supplemento alimentare per cani, mucche e cavalli.

Un’altra utile  funzione della canapa è di mantenere la pelle sana. La canapa è spessp utilizzata nella produzione di lozioni che nutrono e idratano la pelle. La pianta di canapa contiene acidi grassi essenziali che aiutano a migliorare le condizioni della pelle secca e screpolata.

L’olio generato dalla canapa viene utilizzato ancora, per produrre molti prodotti a base oleosa, un esempio è la pittura a base di olio di canapa, questa dura più a lungo delle normali vernici. Inoltre, l’olio di canapa è atossico e rispettoso dell’ambiente.

La canapa nel mondo

In occidente, la pianta della canapa è largamente utilizzata nell’industria tessile. È usata per realizzare una varietà di tessuti simili al cotone ma più durevoli. Il tessuto più vecchio conosciuto, il primo paio di jeans e persino la prima bandiera americana erano fatti di canapa. La pianta di canapa era il materiale dominante per l’industria dell’abbigliamento finché non arrivò il cotone.

L’olio di canapa è stato usato come combustibile per molto tempo. Fino al 1870 fu usato in America come combustibile in molte famiglie fino a quando non fu introdotto il petrolio. Oggi, l’olio di canapa viene utilizzato nella creazione di biocarburanti che sostituiscono la benzina utilizzata nei motori diesel. Il biocarburante è decisamente migliore per l’ambiente in quanto è rinnovabile e non produce gas pericolosi come il monossido di carbonio.

La canapa fornisce inoltre un’alternativa ai prodotti in plastica. La maggior parte delle cose che acquistiamo presentano imballaggi di plastica non biodegradabile e, per questo molto dannosa per l’ambiente. La canapa fornisce un’alternativa migliore grazie alla produzione di contenitori riciclabili.

La canapa è legale?

È importante notare  che la canapa non è la marijuana. Ci sono diversi paesi in cui la canapa è legalizzata e altri dove è ritenuto illegale il consumo della pianta e i suoi derivati vegetali. I paesi che hanno legalizzato la canapa includono: Australia, Nuova Zelanda, Canada, Cile, Danimarca, Austria, Cina, Finlandia, Germania, Francia, Gran Bretagna, India, Giappone, Italia, Ungheria, Paesi Bassi, Romania, Polonia, Spagna, Svizzera, Egitto, Corea, Portogallo, Tailandia, Ucraina, Slovenia e Russia.

In che modo la canapa influenza l’organismo?

I semi di canapa hanno un incredibile valore nutrizionale. I semi contengono oltre il 30% di grassi. Sono ricchi di acido alfa-linolenico e acidi grassi. I semi hanno anche l’acido gamma-linolenico che ha numerosi benefici per la salute. Inoltre quando si assumono i semi, gli acidi grassi omega-3 in essi contenuti, riducono il rischio di malattie cardiovascolari.

Il cannabidiolo (CBD) oggi, è una delle scoperte più significative al mondo. Il CBD è un composto naturale trovato nella canapa. Il CBD è diventato uno dei migliori progressi nel mondo della medicina. È usato per trattare una moltitudine di malattie e disturbi sia negli uomini che negli animali.

La canapa è stata identificata inoltre come trattamento efficace per le malattie cardiache. I semi della pianta contengono l’amminoacido di arginina che viene utilizzato per la produzione di acido nitrico nel corpo. Questo acido fa sì che i vasi sanguigni del corpo si dilatino e si rilassino, portando quindi ad abbassare la pressione sanguigna e a ridurre le probabilità di malattie cardiache.

Ancora, la canapa è utile per aiutare la digestione e il trattamento di molte patologie digestive come la malattia di Crohn. La fibre sono una parte essenziale nella nostra dieta, in particolare per la digestione. I semi di canapa sono una vasta fonte di fibra insolubile all’80% e fibra solubile al 20%. La fibra solubile è una preziosa fonte di nutrienti per i batteri digestivi. Riduce altresí i picchi di zucchero nel sangue e regola il colesterolo. 

Studi e ricerche sulla canapa

Nel corso degli anni, sono stati condotti centinaia di studi riguardanti il ​​CBD e la sua utilità per il corpo umano. Molti di questi studi hanno contribuito alla comprensione e all’accettazione del CBD come sostanza utile e con molteplici benefiche proprietà. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato un documento nel giugno di quest’anno riguardo un aggiornamento generale sul CBD. Ha dimostrato che è sicuro da consumare e gli effetti collaterali minori come diarrea, alterazioni dell’appetito e stanchezza non sono paragonabili ai benefici offerti dal CBD.

Di fatto, gli effetti collaterali dei farmaci utilizzati per scopi medicinali simili a quelli del CBD sono peggiori degli effetti collaterali riscontrati dall’uso del CBD. Questo è importante da considerare quando si somministrano farmaci ai pazienti, poiché pochi effetti collaterali assicurano che i pazienti si attengano al trattamento.

Fin dai tempi antichi, come si è visto, la canapa ha molti usi e benefici, sia per gli umani che per gli animali.

È inoltre interessante sapere che i semi di questa pianta hanno moltissimi benefici per la salute, più di quanto si possa immaginare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + quattordici =