Studio umano

Funzione epatica

Rivista medica

Cannabis and Cannabinoid Research.Feb 2023.148-154.

Titolo dello studio

Impatto Osservato del Consumo a Lungo Termine di Cannabidiolo Orale sulla Funzione Epatica negli Adulti Sani.




Autori

Robert Kaufmann, Keith Aqua, Jeff Lombardo, and Martin Lee.

Gli Effetti dell'Uso Prolungato del CBD sulla Funzione Epatica negli Adulti Sani

Aggiornato:

Lo studio, intitolato "Impatto Osservato del Consumo a Lungo Termine di Cannabidiolo Orale sulla Funzione Epatica negli Adulti Sani", è uno studio osservazionale condotto su adulti in tutto gli Stati Uniti. I partecipanti si somministravano CBD per almeno 30 giorni. Lo studio non è stato condotto in laboratorio, ma i partecipanti sono stati reclutati da varie aziende di prodotti a base di CBD.

Sugli Autori e la Loro Istituzione

Lo studio è stato condotto da Robert Kaufmann, Keith Aqua, Jeff Lombardo e Martin Lee, ed è stato pubblicato sulla rivista Cannabis and Cannabinoid Research. La ricerca è stata decentralizzata, ovvero è stata condotta in varie località anziché in un singolo laboratorio o istituzione.

Principali Risultati

  • La prevalenza di test epatici alterati (LT) non era significativamente diversa dalla popolazione adulta generale.
  • Non c'era un'associazione significativa tra il dosaggio di CBD e i valori LT.
  • La maggior parte delle elevazioni di LT sono probabilmente dovute alle condizioni/medicazioni per le quali gli individui assumono CBD.

Uno Sguardo più Attento alla Metodologia

Lo studio coinvolgeva adulti di età compresa tra 18 e 75 anni che avevano assunto CBD per via orale per almeno 30 giorni. I dati sono stati raccolti utilizzando una piattaforma di studio clinico basata su app, che raccoglieva informazioni demografiche, anamnesi medica, motivi per l'assunzione di CBD, dosaggio, farmaci attuali, effetti avversi ed efficacia. Dopo 30 giorni, sono stati condotti test epatici. La dose giornaliera di CBD era 50.3±40.7 mg.

Potenziali Implicazioni

I risultati suggeriscono che l'auto-somministrazione di CBD non sembra essere associata ad una maggiore prevalenza di elevazione del test epatico. Questo potrebbe avere implicazioni significative per l'uso dei prodotti a base di CBD nel gestire varie condizioni di salute.

Quali sono le Limitazioni di questo Studio?

Una limitazione dello studio è che era osservazionale e decentralizzato, il che significa che potrebbero esserci variazioni nella raccolta dei dati. Inoltre, i partecipanti si somministravano il CBD, il che potrebbe portare a variazioni nel dosaggio e nei metodi di somministrazione.

Conclusione

In generale, lo studio suggerisce che il consumo a lungo termine di CBD non sembra influire significativamente sulla funzione epatica negli adulti sani. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati e comprendere gli effetti a lungo termine dell'uso del CBD.

Leggi l'intero studio qui.

Appendice

Torna al blog