Quali probiotici possono aiutare con la SM?

Aggiornato:
Quali probiotici possono aiutare con la SM?

Introduzione a Disbiosi e Sclerosi Multipla

Ci sono un numero crescente di studi che suggeriscono un ruolo dei batteri intestinali nella genesi e progressione della Sclerosi Multipla (SM). In questo contesto, l'uso di probiotici è molto diffuso. Ma quali probiotici hanno un vero beneficio nella SM? Cosa dicono i risultati di ricerca attuali sull'uso di questi batteri benefici nei pazienti con SM?

Quali probiotici per la SM?

I probiotici sono microorganismi viventi che, se consumati in quantità sufficiente, possono avere effetti positivi sulla salute. Nei pazienti con SM, possono integrare la terapia farmacologica. Tra i probiotici si includono ad esempio i lattobacilli, presenti in kefir, crauti e pane di segale fermentato. Anche i prebiotici, una forma di fibre che si trovano nei cereali integrali, nelle verdure di radice, nei porri, nei carciofi e in altre verdure, aiutano a sostenere la flora intestinale.

Quali batteri intestinali per la SM?

Il ruolo del microbiota intestinale nella Sclerosi Multipla è oggetto di attuali ricerche. Gli studi hanno dimostrato che il microbioma intestinale dei pazienti con SM differisce da quello delle persone sane di controllo. Un batterio che si trova particolarmente spesso in pazienti non trattati con SM è Akkermansia muciniphila.

Cosa ha un effetto anti-infiammatorio nella SM?

Oltre alla terapia con probiotici, esistono anche sostanze specifiche che possono avere un effetto anti-infiammatorio nella Sclerosi Multipla. Tra queste ci sono ad esempio gli acidi grassi Omega-3 come l'acido α-linolenico, l'acido eicosapentaenoico (EPA) e l'acido docosaesaenoico (DHA), che si trovano soprattutto nel pesce. D'altra parte, l'acido arachidonico, un acido grasso Omega-6 presente nella carne grassa e nei salumi, è noto per avere un effetto pro-infiammatorio.

Quali integratori alimentari aiutano nella SM?

Per una dieta anti-infiammatoria nella Sclerosi Multipla, gli antiossidanti vitamina A, vitamina C, vitamina E e β-carotene, così come gli oligoelementi rame, selenio e zinco sono di particolare importanza. Un apporto sufficiente di questi nutrienti è raccomandato per i pazienti con SM.

Quali rimedi naturali per la SM?

Nel caso della Sclerosi Multipla, rimedi naturali come gli acidi grassi Omega 3, contenuti nell'olio di pesce, possono avere un effetto positivo. Anche gli oli vegetali come l'olio di colza o di lino possono avere un effetto positivo. Un cambiamento nella dieta a favore di un'alimentazione prevalentemente vegetale può portare a una diminuzione dell'acido arachidonico nel corpo, che può anche avere un effetto positivo.

Conclusione

Le conoscenze sul ruolo dei batteri intestinali e dei probiotici nella Sclerosi Multipla stanno diventando sempre più ampie. Ci sono indicazioni che una flora intestinale equilibrata e l'assunzione di determinati probiotici possono avere un impatto positivo sul decorso della malattia. Tuttavia, è importante lavorare individualmente a questo con un'alimentazione bilanciata e gli integratori alimentari necessari.

Torna al blog

Disclaimer: le informazioni contenute in questo articolo sono state redatte in buona fede e hanno uno scopo puramente informativo. Non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un medico professionista. Per qualsiasi domanda sulle proprie condizioni mediche, consultare sempre il proprio medico o un altro operatore sanitario qualificato.